Archivio Categoria: Installazione e Configurazione dei Kit di Videosorveglianza

La videosorveglianza è diventata una esigenza. Con la crisi economica l'incertezza sociale ha avuto una rapida crescita anche in Italia e così sempre più aziende e privati scelgono un impianto di videosorveglianza. E' possibile l'installazione e la configurazione dei kit di sorveglianza da soli? Certo che lo è basta seguire alcune semplici note. Innanzitutto è necessario stabilire che kit si deve acquistare, per fare ciò risulta essere utile avere una piantina della casa o dello stabile dove deve essere montata la videosorveglianza, per scegliere i punti dove posizionare le telecamere è bene osservare quello che si ha intorno. E' opportuno installare una telecamere di videosorveglianza in modo che essa possa osservare la porta di accesso e le finestre, altri punti visivi invece dovranno osservare le vie d'accesso come strade, cortili e quanto altro. Dopo aver periziato in loco riportare lo schema su una piantina diventa sempre molto utile e prioritario per non fare poi cattive scelte al momento della messa in opera del kit di videosorveglianza.Importante è anche misurare e segnare sul prospetto i metri di cavo che servono o se si è scelto un impianto wifi o wireless sarà comunque bene computare la distanza tra telecamera e dvr e sopratutto sarà necessario osservare e misurare la presunta potenza della rete in modo da poter stabilire se servono dei ripetitori di onde. La seconda fase è quella dell'acquisto. Scegliere quale kit di videosorveglianza acquistare è importante, se si è scelto il fai da te è bene scegliere la facilità dell'installazione e configurazione dei kit di videosorveglianza e dunque prediligere telecamere wifi e wireless che per lo meno non hanno la necessità dell'ausilio di un tecnico esperto in modo da dover praticare solo i fori per tenere fermo il pezzo ma non dover inserire nei muri nessun altro cavo e cavetto. Se invece si può predisporre un impianto più tradizionale è necessario acquistare non solo le telecamere ma anche i cavi che andranno passati all'interno delle canalette di solito già predisposti anche per l'energia elettrica. E' bene ricordare che le videocamere sono da alimentare necessariamente e dunque esse vanno posizionate esclusivamente in zone raggiungibili dalla corrente elettrica 220 volt almeno che non si vada ad acquistare telecamere in grado di funzionare a energia fotovoltaica oppure non si acquistino quelle con batteria incorporata. In ogni caso è sempre bene calcolare la distanza tra telecamera e possibile presa o collegamento con energia lettrica 220 vol. Importante è poi acquistare un dvr, la scelta di questo pezzo è importante perchè, se dalle videocamere dipende la qualità delle immagini e la loro nitide, il dvr invece collegato ad una scheda SD o ad un harddisk salva e conserva i dati registrati dalla videocamera. E' poi da non dimenticare l'acquisto di un monitor per visualizzare le riprese. Se si vuole risparmiare un pò nella istallazione e configurazione di un kit di videosorveglianza si può predisporre un televisore o un monitor di un pc per la trasmissione delle riprese compiute dalle telecamere non serve molto, giusto qualche cavo ed un pò di destrezza, i dvr in commercio sono forniti dell'uscita giusta per connessione attraverso cavo a monitor di ogni genere. Nonostante tutto un buon impianto è fatto sopratutto di telecamere o videocamere efficienti e buone che siano in grado di vedre in qualsiasi momento della giornata e riprendere, che non patiscano il freddo e che siano dotate di visore infrarossi per abbattere la possibile scarsa visibilità notturna o quella causata dal meteo invernale.La sicurezza è una scelta importante e gli impianti di videsorveglianza hanno dimostrato di essere un ottimo deterrente per i malintenzionati inoltre la particolarità di avere a disposizione le immagini e dunque di poter persino utilizzarle, qualora l'impianto sia registrato, a scopo di inchiesta ed indagine a carico delle forze dell'ordine. C'è poi da dire che è stato persino dimostrato che installare un kit di videosorveglianza in una civile abitazione allontana i ladri dunque perchè non comprarlo? La scelta di montare il kit di videosorveglianza da soli sicuramente fa risparmiare così come l'acquisto online dei pezzi che compongono il kit aiuta ad abbattere il prezzo e con qualche centinaia di euro si avrà un impianto di sorveglianza validissimo e con un risultato pari a quello che potrebbe dare un impianto installato da persona esperta. Certo è che consultarsi con qualche tecnico non va mai male. La scelta di acquistare i componenti online è importante, è sempre bene tener presente che anche con l'e-commerce le videocamere e tutti gli altri pezzi componenti il kit avranno comunque 2 anni di assistenza ma costeranno qualcosa in meno rispetto all'acquisto fatto nel reale da un qualsiasi rivenditore, inoltre l'acquisto online consente di osservare tutti i modelli presenti e scegliere quello migliore secondo le proprie esigenze senza la fretta che invece spesso e volentieri si crea nel mondo reale. La videosorveglianza diventa importantissima per tutti i luoghi esposti a atti vandalici o di violazione della privacy: è una buona cosa provvedere immediatamente con l'acquisto di un kit.